Agostini Agenzia di Traduzioni
 
Ricerca nel sito:
 
Lingue
Traduzioni Inglese
Francese
Tedesco
Arabo Traduzioni
Cinese
Coreano
Danese
Giapponese
Greco
Hindi
Italiano
Norvegese
Olandese Traduttore
Traduzioni Polacco
Traduzione Russo
Portoghese
Spagnolo
Traduzione Svedese
Turco
Ungherese
Ucraino

Traduzioni Urgenti
Interpretariato
Progetti Traduzione
Hindi


  Traduttori professionisti madrelingua con esperienza pluriennale
  Conoscenza profonda dei requisiti del settore del cliente
  Rigorosi controlli qualità
 
Creazione e utilizzo di glossari specifici per settore e cliente
  Consegne puntuali* (99,88% di puntualità nelle consegne dell`ultimo anno)
  Ottimizzazione di costi e tempistiche
 

*Sistema Gestione Qualità e questionario sulla soddisfazione del cliente (campione: 300)

 

 Traduzione hindi - Richiedi Preventivo

 

Quanti parlano la lingua hindi: circa 487 milioni di persone

Dove:  India; minoranze in Bangladesh, Belize, Botswana, Canada, Germania, Guyana, Kenya, Nepal, Nuova Zelanda, Filippine, Singapore, Sud Africa, Suriname, Trinidad e Tobago, Uganda, EAU, Regno Unito, Stati Uniti, Yemen e Zambia

Utenti Internet madrelingua giapponese: 5,7 milioni 

 

Lingua hindi:  totale persone

Ethnologue Volume I: Lingue del mondo, 16a ed.

 
L`India e la situazione linguistica

L`India è un paese dai grandi numeri: settimo stato al mondo per estensione geografica e seconda solo alla Cina in termini di popolazione, anche a livello economico è inserita in posizioni di rilievo nell`elenco delle economie a più alto tasso di crescita. L`India è poi, dopo l`Africa, il più grande contenitore geografico per moltitudine e diversità culturale, genetica e linguistica. Ma è esattamente quest`ultimo, quello linguistico, il fattore che la pone primo posto indiscusso di una classifica alquanto particolare, quella delle lingue utilizzate.

Quando nel 1950 l`India divenne una repubblica e varò la propria costituzione, decise di non designare una lingua nazionale, ma piuttosto di riconoscere un`insieme di 22 lingue che possono essere utilizzate ufficialmente dai diversi stati a livello amministrativo e come mezzo di comunicazione verso il governo nazionale. L`India infatti è una confederazione di stati con parlamenti e governi autonomi, che nel 1956 vennero formati seguendo un criterio linguistico.
Ovviamente, la scelta delle 22 lingue non esclude il fatto che nella babele linguistica indiana esistano e siano ampiamente parlate almeno una quindicina di altre lingue, oltre che migliaia di dialetti.

Provando a mettere ordine ragionando a livello di macro-gruppi, le lingue indiane appartengono principalmente a due famiglie linguistiche: quella Indo-Ariana e quella Dravidica. E in percentuali minori alle famiglie Austroasiatiche e Tibeto-Birmana.

Sempre in tema di classifiche, l`hindi è parlato e compreso sia come prima che come seconda lingua da più di metà degli indiani, ed è riconosciuto come idioma ufficiale dell`Unione. L`hindi gioca il ruolo di lingua veicolare, principalmente nella parte nord del subcontinente dove è più ampia la diffusione delle lingue indo-arie, mentre resistenze maggiori al suo utilizzo come lingua franca tra parlanti di diversa origine linguistica si riscontrano nel sud maggiormente legato a lingue dravdiche come il tamil.
Facendo un passo indietro nel tempo, l`idea originale a seguito dell`indipendenza indiana dall`Inghilterra fu quella di abbandonare l`ufficialità della lingua di sua maestà e di compiere una transizione verso l`adozione dell`hindi come lingua di tutta l`unione. Quello che accadde però, anche a seguito delle problematiche di penetrazione dell`hindi nel sud dello stato, fu che l`inglese non perse in popolarità, tanto che la sua presenza e utilizzo fanno sì che ancora oggi gli venga riconosciuto lo status di lingua ufficiale sussidiaria.

Il dato fondamentale perciò da tenere sempre presente in un`ottica di interpretariato, traduzione e localizzazione in rapporto con la particolare situazione linguistica indiana, non è solo la conoscenza  e la padronanza delle varie lingue presenti e utilizzate sul territorio, ma, dato che più che sovente si ha che fare o si deve scegliere l`inglese soprattutto in economia, gestione aziendale, commercio e tecnologia, anche la consapevolezza che lo sforzo che si deve fare è quello di “tradurre” al meglio le variabili culturali legate agli idiomi locali di partenza all`interno di una lingua di comunicazione.

.
Traduzione Inglese | Traduzione Francese | Traduzioni Professionali | Traduzione Siti Web | Traduzioni Finanziarie | Asseverazione | Traduzioni Legali |
Agostini Associati
Italy
+ 39.02.336633.1
info @ agostiniassociati.com
Informativa Cookie | Sitemap | Contatta Agostini | Privacy-Note legali | Blog Agostini Associati

©2014 Agostini & Associati Srl Via G. C. Procaccini, 38, 20154 Milano | P.IVA 11968270154 | Reg. Imp. MI 1515335 | Cap. Soc. € 11.000 i.v.